“Voi cosa prendete?”. Assediata da giornalisti e fotografi che la aspettano sotto casa, il nuovo sindaco di Roma Virginia Raggi tenta il tutto per tutto. Inseguita fin dalla porta di casa – anche lei butta l’umido nel contenitore della differenziata – la neoeletta fa colazione al bar tra un flash e un selfie. E se il compito che la attende chiuderebbe lo stomaco anche al politico più navigato, la sindaca a 5 stelle non rinuncia alla gola, e a chi la circonda chiede di farle compagnia. “No, no…“, è la risposta ferma della stampa. Bel tentativo, ma niente da fare. Nessuna tregua: le telecamere continuano a riprendere la prima colazione del primo cittadino. “Emozionata? Ricostruire Roma è un’emozione“. Niente di meno. Per questo è bene sincerarsi che il sindaco non salti i pasti principali, a partire dalla colazione

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Bersani: “C’è bisogno che qualcuno abbia cura del partito. Dimissioni Renzi da segretario? Premessa per lavorare”

prev
Articolo Successivo

Grillo, ramanzina e consigli alla stampa. “Ecco cosa dovete fare per capire il M5s”

next