Hanno lanciato fumogeni e petardi nel campo dello stadio di Saint Etienne e per questo la partita è stata momentaneamente interrotta. A quattro minuti dal suo termine, la gara tra Repubblica Ceca e Croazia è stata sospesa per alcuni minuti dall’arbitro Clattenburg perché la curva dei tifosi croati ha gettato in campo diversi petardi, uno dei quali ha anche colpito un addetto che era intervenuto per togliere i fumogeni caduti sul rettangolo verde. La sospensione è avvenuta quando il risultato era sul 2-1 per la Croazia, poi il gioco è ripreso quando la situazione si è normalizzata e la partita è finita 2-2.

La gara, valida per il Gruppo D di Euro 2016, si è aperta con il pianto del capitano della Croazia, Darijo Srna: durante l’esecuzione dell’inno nazionale, infatti, il calciatore non è riuscito a trattenere le lacrime davanti alle telecamere per il padre Uzeir, scomparso pochi giorni fa proprio mentre lui era in campo contro la Turchia nel debutto degli Europei.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia-Svezia 1-0. Decide un grande gol di Eder, Italia qualificata agli ottavi

next
Articolo Successivo

Italia-Svezia 1-0, ha avuto ragione Conte. Ma senza gioco e fantasia serve un piano B per puntare in alto

next