Una donna di 76 anni è morta dopo essere stata aggredita oggi da due suoi cani in un cortile di Inveruno, in provincia di Milano, presso via Martiri della Libertà. Secondo quanto riferiscono fonti mediche del Niguarda, dove Rosamaria Pozzi era stata trasportata con l’elisoccorso, la testa dell’anziana era squarciata a metà. Arrivata in condizioni gravissime all’ospedale milanese, la sua situazione era stata aggravata anche da un arresto cardiaco provocato dallo spavento per l’aggressione.

All’arrivo del 118 e dei carabinieri di Legnano, che hanno dovuto sparare in aria per allontanare i pitbull americani e poi saltare la recinzione della villetta per salvare la donna, la signora è stata ritrovata a terra, coperta di sangue e con un infarto in corso, dopo l’attacco da parte di una coppia di cani di grossa taglia di sua proprietà. I due animali hanno morso ripetutamente la signora, tanto da farla cadere a terra dove le hanno anche strappato un orecchio.

I due molossi, catturati anche grazie all’aiuto di un veterinario chiamato dai militari, sono stati rinchiusi nel canile di Legnano. I carabinieri stanno cercando di capire se l’aggressione sia stata scatenata da maltrattamenti subiti dai due cani oppure se si sia trattato di un raptus improvviso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Caserta, morta a 3 anni. Arrestati falsa pediatra e marito: “Non diagnosticarono tumore”

prev
Articolo Successivo

Legge Madia, Gabrielli: “L’accorpamento Forestali-Carabinieri non è scelta felice”. Sindacati: “Si rischiano migliaia di ricorsi”

next