La Kia Optima arriva anche in Italia, e in un’inedita versione ibrida plug-in. La Casa coreana ha annunciato che il suo primo modello plug-in destinato ai mercati globali sarà costruito proprio sulla base della sua berlina media, già in vendita in versione tradizionale in molti Paesi, e andrà in vendita a partire dalla seconda metà del 2016. Il motore 2.0 a iniezione diretta di benzina da 156 CV sarà abbinato a un motore elettrico di 50 kW, per una potenza complessiva di 205 CV. La batteria ai polimeri di litio ha una capacità molto elevata per essere un’ibrida, 9,8 kWh; per intenderci, l’elettrica pura Renault Zoe ha una batteria da 22 kWh e la Nissan Leaf da 24 kWh. Grazie a questo accumulatore, che si può ricaricare in marcia oppure direttamente alla presa di corrente, l’Optima PHEV può viaggiare in elettrico per circa 50 km. Dopo la Optima, la Kia dovrebbe presentare un’altra ibrida, la piccola Suv Niro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lexus, a Londra la NX sorprende con vere ruote di ghiaccio – FOTO

prev
Articolo Successivo

Renault, la Clio ‘si arruola’ nei Carabinieri: 746 esemplari entro fine 2016

next