Meglio iniziare a familiarizzare con il nome Niro: il nuovo modello della Kia, atteso nella versione definitiva nel corso del 2016, sembra avere tutte le carte in regola per dire la sua sul mercato globale. Innanzitutto è una Suv compatta, di quelle che piacciono un po’ ovunque nel mondo. E poi è ibrida: grazie al doppio motore benzina-elettrico riesce a connettere le emissioni di CO2 (calcolate sul ciclo Nedc) sotto i 90 g/km, il che si traduce in un consumo omologato inferiore ai 4 litri ogni 100 km.

Il cuore della Niro è composto dal 1.6 GDI a iniezione diretta di benzina combinato a un motore elettrico da 32 kW (collegato all’occorrenza alle ruote posteriori), a un cambio automatico a doppia frizione a 6 marce e a una batteria da 1,56 kWh. Successivamente, sarà presentata un’evoluzione plug-in della Niro, con batteria più “capiente” ricaricabile anche direttamente dalla rete elettrica. Il nuovo modello è sviluppato sulla nuova architettura ibrida su cui nascerà anche la Hyundai Ioniq; disegnato in concerto dai centri stile Kia in California e Corea, sarà prodotto nello stabilimento di Hwasung, in Corea.

In alto, i bozzetti della nuova Kia Niro. Qui sotto, un prototipo camuffato effettua i test su strada

Kia Niro prototipo

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rinspeed Etos, l’auto di domani a guida autonoma… e con drone annesso – FOTO

prev
Articolo Successivo

Stati Uniti, BMW e Nissan insieme per la rete di ricarica rapida con la doppia spina

next