Dopo la strage di San Bernardino, in California, gli Stati Uniti si interrogano ancora una volta sulla libertà di acquistare armi entro i confini nazionali. Troppa, secondo Obama. Ma a essere entusiasta della loro diffusione sul territorio Usa è Michele Fiore, deputata repubblicana del Nevada, che per augurare Buon Natale ha scelto di postare su Facebook l’immagine della sua famiglia. Sono tutti vestiti di rosso e armati con pistole, fucili e armi d’assalto: il marito, la madre e le due figlie, Sheena e Savanah.

Nella foto anche i nipotini, Jake, Jayden, Mara e Morrigan, ma l’unico a tenere in mano un’arma è Jake, 5 anni, probabilmente perché gli altri sono ancora piccoli. “Tocca agli americani proteggere l’America – scrive -. Siamo solo una semplice famiglia americana. Con amore e libertà, Michele“.

It’s up to Americans to protect America. We’re just your ordinary American family.-With love & liberty, Michele

Posted by Michele Fiore on Monday, November 30, 2015

Fiore è nota in America per la sua campagna a difesa delle armi e la sua pagina Facebook è piena di sue immagini mentre posa con pistole (fotogallery). Lo scorso anno, il suo nome balzò sulle cronache per i commenti durante una situazione di stallo tra un allevatore armato del Nevada e l’Fbi. “Non venite qui armati aspettandovi che il popolo americano non risponda al fuoco”, disse all’epoca.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Azerbaigian, incendio in una piattaforma petrolifera sul mar Caspio: 30 dispersi

next
Articolo Successivo

Wisconsin, uomo armato spara in un negozio e prende ostaggi: un ferito

next