Guerra all’Isis? Sono pronto a partire anch’io, se c’è da difendere il futuro dei miei figli e la pace messa a rischio. Ho fatto un anno di servizio militare nel lontano ’95, ma farei tutto quello che bisogna fare. Fisicamente non sono un soldato modello, sono un po’ decadente, però se ci fosse bisogno, andrei a combattere. Ma penso che lo farebbero tutti”. Sono le parole del leader della Lega, Matteo Salvini, intervenuto ai microfoni de La Zanzara, su Radio 24. “Tutti dovremmo essere pronti” – continua – “a rispondere nel momento del bisogno, sperando che non sia necessario. La manifestazione dell’Islam moderato contro il terrorismo? Erano in 13. Enorme mobilitazione di piazza dell’Islam moderato, che evidentemente sabato scorso stava facendo shopping”. E aggiunge: “Il crocefisso? Va reso obbligatorio nelle scuole. Soprattutto per un fatto identitario, lo diceva anche Benedetto Croce. L’integrazione è possibile solo se la cultura che ospita è orgogliosa e forte. Il velo islamico invece va vietato, lo dice anche uno dei migliori giudici che c’è in Italia come Carlo Nordio. La legge c’è, basta farla rispettare. A Milano è pieno di persone di cui vedi solo la fessura negli occhi”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Crozza-Razzi: “Parigi? Maledetti Kakakazze”

prev
Articolo Successivo

Scanzi vs Cerasa: “Titolo del Foglio su Valeria Solesin? Aberrante”. “Era la nostra risposta al Corriere”

next