Sono in cerca di un’intesa politica, ma per il momento litigano anche sulla piazza. Sfida a distanza per Matteo Salvini e Silvio Berlusconi che rischiano di pestarsi i piedi anche sulle manifestazioni. Il leader del Carroccio ha infatti annunciato che l’8 novembre il partito manifesterà a Bologna senza simboli, ma l’ex Cavaliere potrebbe non esserci perché impegnato in un’iniziativa simile a Firenze: “Ho sentito”, ha detto Salvini a Radio Padania, “che Forza Italia è già impegnata per quel giorno. Sbagliano e sbaglia Berlusconi se ci va. Bologna è aperta a tutti e in primis a Fi. Ma se vogliono vedere chi porta più gente in piazza facciano…”.

Il segretario del Carroccio, intervistato dall’agenzia Ansa poco prima aveva detto: “L’8 novembre sul palco non ci saranno i nostri simboli perché sarà la giornata non solo della Lega ma aperta a tutti i non ‘sinistri’, una giornata di Liberazione nazionale, per dare una spallata al governo”. In piazza ci sarà anche il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli: “Ci sarà”, ha scritto su Facebook, “tra meno di un mese l’occasione per dimostrare al mondo che la nostra gente si è rotta le scatole di questo razzismo al contrario: invadiamo Bologna e liberiamoci dalle catene renziane una volta per tutte, riprendendoci finalmente la nostra sovranità!”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Spira Mirabilis, l’orchestra senza direttore che porta la musica classica in giro per l’Europa

prev
Articolo Successivo

Rifiuti, Legambiente premia Parma: “Raccolta differenziata al 65 per cento”

next