Possibile caso di Ebola a Genova. Un ragazzo originario della Sierra Leone è stato ricoverato in isolamento all’ospedale San Martino, nel reparto malattie infettive.

L’uomo, un ingegnere di 25 anni, era arrivato in città il 19 settembre per un stage ed era sotto osservazione da parte dell’Asl3 perché proveniente da una zona a rischio. Il 30 settembre, dopo aver detto ai medici di avere la febbre, l’Asl ha subito inviato un ambulanza, con infermieri dotati di guanti, maschere e tute per evitare ogni possibile contagio.

Dei campioni di sangue del giovane sono stati inviati all’ospedale Spallanzani di Roma per essere analizzati. Tra qualche giorno arriveranno gli esiti degli esami.

Se venisse confermato, questo sarebbe il terzo caso di Ebola in Italia. nel 2015, infatti, sono stati colpiti dal virus il medico siciliano Stefano Pulvirenti  e l’infermiere sardo Stefano Marongiu. Entrambi lavoravano con Emergency ed erano stati in Sierra Leone, uno dei paesi più colpiti dall’epidemia. I due sono stati curati allo Spallanzani e sono guariti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, uccide la ex moglie e poi si spara al petto: carabiniere muore in ospedale

next
Articolo Successivo

Chieti, giornalista tenta rapina a mano armata in supermercato: arrestato

next