Beatrice Lorenzin, ministro della Salute ed esponente di Ncd, è uscita allo scoperto sulle future alleanze del suo partito: per le prossime elezioni amministrative prevede un’alleanza con il Pd. “Noi stiamo governando con Renzi e abbiamo deciso di intraprendere un percorso di riforme per guidare l’Italia. Io quindi sarei per una alleanza alle amministrative che sia conforme a quella dell’attuale governo”. Tutto il contrario di quello che stamattina aveva affermato Maurizio Lupi, compagno di partito. L’ex ministro dei Trasporti, infatti, aveva auspicato la riunificazione di tutto il centrodestra per le amministrative di Milano.

Ma per la Lorenzin, ospite a “Porta a Porta”, non si può unificare una coalizione che non esiste: “Il centrodestra secondo me non c’è, non vedo quello in cui io ho militato, oggi è spostato sulle posizioni dominanti di Salvini“. Per questo, prevede invece un sodalizio elettorale con il Pd, con un programma condiviso  né di centrodestra né di centrosinistra: “Se si può governare sulla concretezza, sulle cose da fare, allora io credo che è uno schema che si può riproporre anche alle amministrative. In Italia oggi non ha più senso la distinzione tra Ppe e Pse“.  Sulle divergenze sul futuro del partito ha polemizzato Nunzia De Girolamo.  “Lupi pro-centrodestra, Lorenzin pro-centrosinistra: sembra “Lascia o raddoppia”. Ma non è un gioco, infatti io lascio!” ha twittato l’ex deputata di Ncd, ritornata a Forza Italia.

Il ministro è poi ritornato sulle recenti polemiche sulla presenza di Renzi alla finale degli Us Open. Mentre il premier ha definito populista chi polemizza sui voli di Stato, la Lorenzin ha difeso la scelta del presidente del Consiglio:” C’è stato un dibattito tutto italiano e assurdo. Se fosse stata una finale di calcio ci sarebbe stato tutto il governo e metà Parlamento”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia 5 Stelle, Autodromo Imola: “Affitto secretato? Motivi commerciali”. M5S: “Pubblicheremo tutto”

next
Articolo Successivo

Riforma Senato, Alfano al Pd: “Modifiche a Italicum e Ncd vota compatta”

next