“Noi diciamo a chi vuole utilizzare ruspe per gli esseri umani, che quella ruspa serve per distruggere ignoranza, indifferenza, odio e discriminazione. A Napoli non ci saranno mai mura ma sempre ponti di accoglienza”. Così il sindaco Luigi De Magistris in occasione dell’inaugurazione del nuovo centro di assistenza per immigrati. Una struttura rinnovata dal comune in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio attraverso l’utilizzo di fondi europei ed in cui si svolgono diverse attività, come corsi gratuiti di italiano. Il primo cittadino lancia un nuovo affondo a Matteo Salvini sul tema dell’intolleranza che negli scorsi anni era rivolta ai meridionali ed oggi riguarda i migranti. “La Lega per nascondere le questioni che hanno riguardato Bossi e famiglia, che non hanno nulla a che fare con la politica, adesso si presenta come un soggetto nuovo che nuovo non è, vuol far vedere che è una realtà nazionale e allora non attacca più i meridionali ma attacca quelli che sono più terroni dei terroni, ma noi siamo per la solidarietà dei terroni, per un manifesto dei terroni di tutto il mondo. E dire che poi anche Salvini – conclude De Magistris – é un terrone, lui forse non lo sa, ma è terrone pure lui” di Fabio Cpasso

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Casamonica, Di Battista (M5S): “Mi scandalizzo più quando la tv non ricorda reati dei politici intervistati”

prev
Articolo Successivo

Riforma Senato, Bersani: “La voto se si supera stallo su art.2”. Ma Rosato: “Non ci incontreremo mai”

next