Mohammad Reza Nematzadeh, ministro iraniano del Commercio e dell’Industria è arrivato a Expo per celebrare il National Day dell’Iran. Dopo aver incontrato in privato alcuni investitori italiani, tra cui l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi, ha spiegato le strategie commerciali del Paese. Attrarre investitori nel settore della raffinazione e del gas e sviluppare il turismo: “Nonostante le sanzioni (occidentali), lo scorso anno abbiamo raddoppiato il numero di turisti stranieri – ha spiegato il ministro iraniano al fattoquotidiano.it – ora dobbiamo aumentare il numero di hotel e voli disponibili”. Un turismo sicuramente condizionato da limitazioni e regole locali, che nelle intenzioni di Mohammad Reza Nematzadeh punta a “triplicare i risultati dell’anno scorso” di Francesca Martelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Expo, Merkel promuove l’Esposizione: “It’s good”. Per lei applausi, ma soprattutto cori e fischi

next
Articolo Successivo

Expo, solo 68mila euro di offerte nel padiglione Vaticano: è costato 3 milioni

next