Novità in vista per gli abbonati all’alta velocità. Trenitalia ha prorogato sino alla fine di agosto la sospensione delle multe a chi non effettua la prenotazione obbligatoria. A comunicare la decisione la società di trasporto del gruppo Fs Italiane. La prenotazione obbligatoria anche per gli abbonati era stata stabilita, dopo una sollecitazione dell’agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (Ansf), per non far rischiare ai clienti di non trovare posto sui treni ad alta velocità. Alla disposizione, entrata in vigore il primo luglio, era poi seguita una deroga alle sanzioni sino al 15 luglio. Da oggi la nuova proroga delle multe: sarà un modo per l’azienda per monitorare le novità introdotte e migliorare le funzionalità alla luce delle richieste dei pendolari che viaggiano su Alta velocità. A breve si potrà inoltre effettuare la “prenotazione multipla“, che consentirà di prenotare gli spostamenti in treno per l’intero mese e di sfruttare le potenzialità dei nuovi canali mobile in caso di necessità di modifica delle prenotazioni.

Trenitalia ha inoltre spiegato di aver inviato una lettera all’Autorità di regolazione dei trasporti (Art) e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) proponendo di attivare un “abbonamento unico” Trenitalia-Ntv. Una soluzione che permetterebbe ai pendolari dell’alta velocità di accedere indifferentemente sia ai treni Frecciarossa che Italo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carabiniere morto a Foligno: “Non fu incidente”. Arrestato collega per omicidio

prev
Articolo Successivo

Genova, sessantenne si suicida nel giorno in cui gli notificano lo sfratto

next