Un giovane dipendente dello stabilimento della Volkswagen è stato schiacciato da un robot dell’impianto in cui stava lavorando contro un pannello di metallo ed è rimasto ucciso. Il fatto è avvenuto in Germania a Baunatal, comune del Land dell’Assia, a pochi km da Francoforte. E’ stata aperta dalla procura locale un’inchiesta per “appurare eventuali responsabilità” – ha affermato Heiko Hillwig, un portavoce a Kassel, al giornale locale “Hessische Niedersächsische”. Sarebbe il primo caso di un lavoratore rimasto ucciso in una circostanza simile: “Non si ha memoria di incidenti mortali in circostanze analoghe”, precisa il portavoce. Dalla sede di Wolfsburg, l’azienda automobilistica fa sapere che con lo stesso robot aveva lavorato anche un altro dipendente, senza che nulla facesse emergere qualche problema del macchinario.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brasile, Amazzonia e disbocamento: la farsa

prev
Articolo Successivo

Wikileaks, Julian Assange: “Pericolo di vita, Francia mi accolga”. No dell’Eliseo

next