Con il 75% delle preferenze (13496 voti), la candidata Maria Concetta Di Pietro, per tutti solo ‘Cettina’, è il nuovo sindaco di Augusta. Il Movimento 5 Stelle conquista così un’altra amministrazione comunale, che si somma alle altre quattro realtà dell’isola: Ragusa, Bagheria (Palermo), Pietraperzia (Enna), Gela (Caltanissetta). “La gente è stanca della vecchia politica”, “basta promesse”, dicono i cittadini di Augusta. E ancora: “Era l’unica alternativa”. Ma sono solo alcuni dei commenti degli augustani che, tornati al voto nel weekend per il ballottaggio, hanno puntato sulla candidata pentastellata. “Ci vuole un’aria di cambiamento”, spiega un altro intervistato, che fa riferimento anche alle vicissitudini della precedente gestione, sciolta per mafia nel 2013  di Saul Caia

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Comunali 2015: Pd, il marchio che fa perdere

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Istituto Cattaneo: “Centrosinistra non è pronto per affrontare ballottaggi”

next