“Non era nelle nostre possibilità né tanto meno nel nostro stile organizzare un servizio d’ordine per il corteo del primo maggio”. Così Luca Trada, leader del movimento milanese “No Expo”, parla dal campeggio che gli attivisti hanno stabilito al Parco di Trenno, nord ovest Milano dal quale sono partiti molti dei manifestanti che hanno sfilato tra le violenze dei black bloc. “Quel che è successo – aggiunge Trada – naturalmente ci amareggia perché non era quello che volevamo, ma dimostra che in Italia c’è un livello di disagio talmente forte che poi porta a quello che abbiamo visto ieri nel centro di Milano. Detto questo lungi da me giustificare nessuno, tanto più che ciò che è accaduto danneggia pesantemente anche noi”  di Fabio Abati

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Expo 2015: e Farinetti mi mandò a quel paese…

prev
Articolo Successivo

Expo, i movimenti: ‘Strabico chi guarda solo a distruzione, c’è anche altro dissenso’

next