I lavoratori Cooplat, azienda che ha l’appalto per la pulizia delle strade di Livorno, hanno protestato duramente in consiglio Comunale, chiedendo di parlare con il sindaco Filippo Nogarin. Alla base della protesta di oggi, l’esito negativo della trattativa con Aamps (azienda controllata al 100% dal Comune e che ha in gestione il ciclo dei rifiuti) in merito al bando per lo spazzamento delle strade. Sono 78 gli operatori ecologici che rischiano di veder ridotto il salario di circa trecento euro al mese. “Siamo pronti a rimanere qui a oltranza, anche di notte”, affermano i lavoratori. Intanto la trattativa in Comune, che a detta del sindaco Nogarin si sarebbe interrotta dopo un ricorso al Tar presentato da Cooplat per la sospensione del bando, pare essere ripresa  di Emilia Trevisani

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

×

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sciopero generale, i paletti del Garante: “No a interruzioni di treni e aerei”

prev
Articolo Successivo

Sciopero a Livorno, contestato il governatore Rossi. Lui polemizza su Landini

next