Un cortometraggio per promuovere la missione della sonda Rosettache si aggancerà alla cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko. La trovata della European Space Agency, riportata dalla Bbc, ha prodotto un filmato da sette minuti girato in Islanda, tra paesaggi lunari e ambientazioni in stile Game of Thrones. A dirigere il cortometraggio è il premio Oscar Tomasz Bagiński. Aisling Francioisi, attrice protagonista del video, si è detta felice di aver preso parte al progetto: “Sono una geek, quindi ero molto eccitata dall’idea. E l’Islanda è ciò che immaginavo fosse lavorare sulla Luna, una grande ambientazione”. 

Il video tratta il tema dell’origine della vita  e della presenza dell’acqua nei pianeti, proprio l’obiettivo per il quale è nata l’operazione dei tecnici spaziali. Rosetta raggiungerà la crosta della stella proprio per poter studiare, per la prima volta così da vicino, l’origine dei pianeti. Una missione che, se sarà portata a termine, rappresenterà il primo studio di questo genere, dopo il fallimento del lancio su Ison, cometa quasi completamente disintegratasi dopo il contatto ravvicinato con il Sole. È per la sua unicità che la sonda è stata chiamata Rosetta, come la famosa stele scritta in tre linguaggi diversi (greco, geroglifico e demotico) che ha permesso per la prima volta di decifrare la scrittura figurativa egiziana. Lo studio che nascerà dal lavoro della sonda dovrà, invece, permettere di conoscere per la prima volta l‘origine della vita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Troll, Tim Berners-Lee inventore del www: “Disgusto, sono portatori d’odio”

next
Articolo Successivo

“Come una bomba H”: fotografata la fase iniziale dell’esplosione di una stella

next