“Dimissioni, dimissioni” il corteo degli arrabbiati parte da Piazza De Ferrari, sede della Regione Liguria,  lanciando slogan contro il sindaco Marco Doria e il governatore Claudio Burlando per raggiungere Palazzo Tursi, sede del municipio. Sono quasi 500 persone; tutti alluvionati che con la bomba d’acqua hanno perso auto, moto o subito ingenti danni alle loro abitazioni ed esercizi commerciali. Una delegazione viene ricevuta dal sindaco che promette l’azzeramento delle tasse comunali dall’anno prossimo per tutti coloro che hanno subito danni dall’alluvione del 9 e 10 ottobre. “La nostra priorità sono le dimissioni – spiega un manifestante – poi i lavori di bonifica di fiumi e torrenti”. Intanto la situazione si scalda, volano monetine, bottiglie d’acqua e qualche uova verso la sede del consiglio comunale  di Cosimo Caridi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Genova, Piano gela Ferrero: “Accanto al torrente Bisagno lo stadio non si può fare”

prev
Articolo Successivo

Alluvione Genova, cittadini in corteo: “Licenziamo Burlando e Doria”

next