E’ un Massimo D’Alema sprezzante quello che prende la parola durante la Direzione nazionale del Pd: “Dire che la riforma del lavoro è lì da 44 anni e nessuno l’ha toccata, quando solo due anni fa c’è stata la Riforma Fornero, non è la verità e tu devi ricordarti, Matteo, che parli anche alle persone che le cose le sanno, non solo a quegli altri”. D’Alema poi, nel replicare all’intervento del segretario,  esterna i suoi dubbi su una manovra finanziaria “fatta di molti spot, dove si trova un miliardo qui e un miliardo lì. Personalmente avrei concentrato ogni sforzo sulla crescita”. Poi l’affondo finale: “Non voglio né la sconfitta del governo né del Pd, ma meno slogan e spot e un’azione più riflettuta può essere la via per ottenere dei risultati”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Articolo 18, Poletti: “Falso che l’impresa sia il luogo dove si sfrutta il lavoro”

prev
Articolo Successivo

Jobs Act, dall’articolo 18 al salario minimo: ecco la riforma del lavoro di Renzi

next