“Vi invito a un altro ‘Faccia a Faccia’ la settimana prossima. Non so dove e non so quando, perché La7 è un canale in cui si naviga a vista“. Così Enrico Mentana si rivolge al segretario della Fiom-Cgil Maurizio Landini e a Pietro Ichino, senatore di Scelta Civica e professore di diritto del lavoro, durante la sua trasmissione “Faccia a faccia”, su La7. Il direttore del TgLa7 a stento riesce a sedare il rovente confronto tra i suoi due ospiti sulla riforma del lavoro, così, alle battute finali del programma, li invita nuovamente a sottoporsi a un vis-à-vis nella rete di Cairo. Invito però rivolto con le dovute cautele e, a riguardo, Mentana menziona la collega Lilli Gruber e lo stop del suo “Otto e mezzo”, fermo da inizio settimana per un presunto malore della giornalista e rimpiazzato proprio dal programma del timoniere del TgLa7 : “Come sapete, abbiamo colmato una voragine che si era creata con l’indisposizione di Lilli Gruber, alla quale, se mi permettete, invio un saluto speciale”  di Gisella Ruccia

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Giuliano Delnevo, la mamma del ragazzo scomparso in Siria: “Ditemi se è vivo”

prev
Articolo Successivo

Piazzapulita, Bruxelles: cene con B. e Tajani mai pagate. Condannato il portaborse

next