“Da troppi giorni sentiamo parlare di cose che non spostano di una virgola il futuro del Paese. Mi pare che siamo ritornati al vecchio politichese dove si discute troppo spesso nelle segrete stanze di argomenti che riguardano il Paese”. E’ duro il giudizio di Diego Della Valle, patron di Tod’s, sul patto Renzi-Berlusconi e il processo di riforme in atto. L’imprenditore, a margine della conferenza stampa a Roma sui lavori di restauro del Colosseo, ai microfoni de ilfattoquotidiano.it, lancia anche un appello al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Presidente, la Costituzione è stata scritta da persone come Einaudi, non la facciamo cambiare dall’ultimo arrivato che seduto in un bar con un gelato in mano decide cosa fare. Su queste cose bisogna stare molto attenti” di Nello Trocchia

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia e servizi, Renzi toglie il segreto di Stato al “Protocollo Farfalla”

next
Articolo Successivo

M5S, a Ragusa “la rivoluzione richiede tempo”. Anche coi soldi del petrolio

next