Dopo la panchina azzurra Cesare Prandelli potrebbe sedersi su quella del Galatasaray. A renderlo noto è la stessa società di Istanbul con un comunicato sul proprio sito: “Sono stati ufficialmente avviati i colloqui con l’allenatore italiano Cesare Prandelli, ci saranno aggiornamenti sugli sviluppi della trattativa”.

Prandelli, alla guida della Nazionale italiana dal 2010, tornerebbe sulla panchina di un club dopo l’esperienza di cinque stagioni alla Fiorentina. Con l’Italia, Prandelli è arrivato secondo all’Europeo del 2012 e terzo nella Confederations Cup nel 2013. Al Galatasaray andrebbe a sostituire un altro allenatore italiano, Roberto Mancini. Proprio Mancini è uno dei possibili candidati per diventare il nuovo commissario tecnico della Nazionale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mondiali 2014, le armi ipnotiche di Messi

prev
Articolo Successivo

Brasile 2014, l’Algeria donerà i premi del Mondiale agli abitanti di Gaza

next