La squalifica di 9 giornate per Luis Suarez dopo il morso dato a Giorgio Chiellini nel match contro l’Italia fa ancora discutere. La Federcalcio Uruguaiana (Auf) ha deciso di presentare il ricorso nei confronti della Fifa. Ad annunciarlo è Wilmer Valdez, numero uno dell’Auf: “Sanzione dura, molto dura. Le possibilità di proseguire nel Mondiale senza il nostro attaccante sicuramente si riducono pesantemente. Gli avvocati si stanno riunendo in un Hotel qui vicino, il ricorso sarà presentato già questo pomeriggio con tutti i dettagli e gli elementi necessari” .

Lo stop per Luis Suarez, se venisse confermato, sarebbe di nove partite con la Nazionale. L’attaccante è inoltre stato interdetto anche per quattro mesi dal prendere parte a un qualsiasi avvenimento calcistico. Secondo lo stesso Valdez, hanno pesato anche le parole di Chiellini al termine del match: “Certo, ha influito tutto su questa sanzione”. Le possibilità di andare avanti senza il proprio bomber diminuiscono drasticamente per la Celeste. Anche i precedenti hanno avuto un ruolo importante; l’attaccante del Liverpool che aveva già morso un avversario in due occasioni: nel 2010 la vittima fu Bakkali , mentre nel 2013 toccò ad Ivanovic.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mondiali 2014, Germania-Stati Uniti, ecco le formazioni ufficiali

prev
Articolo Successivo

Mondiali 2014: Germania passa, ma avanzano anche gli Usa

next