Magro incasso per la Fondazione Carige che ha concluso la cessione di 238,24 milioni di azioni ordinarie della banca ligure, corrispondente a circa il 10,96% del capitale sociale, al prezzo di 0,40 euro per titolo, attraverso la procedura dell’accelerated bookbuilding rivolta agli investitori istituzionali, dopo che le offerte raccolte dai consulenti non erano state ritenute soddisfacenti. Così, però, non è andata benissimo, visto che l’ente ha incassato complessivamente 95,2 milioni perché il collocamento è stato inferiore al previsto, sia per quantità sia per prezzo: la Fondazione progettava di vendere un pacchetto di 326,2 milioni azioni ordinarie, pari al 15% del capitale della banca, a un minimo di 0,43 euro l’una per un controvalore superiore ai 163 milioni di euro. Dura la reazione della Borsa, con il titolo Banca Carige che a Piazza Affari ha ceduto il 17,33% a 0,41 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tasi, Fassino (Anci): “Proroga della prima rata: si pagherà entro il 16 ottobre”

next
Articolo Successivo

Banche europee, via libera al fondo di salvataggio previsto dall’Unione bancaria

next