“Il Senato non può essere l’assemblea dei sindaci e non deve essere elettivo”. Maurizio Lupi, interviene a Torino a margine di un convegno sull’edilizia. Rispondendo alle domande dei cronisti, il ministro dei Trasporti si dice soddisfatto delle aperture di Matteo Renzi sulla riforma del Senato e lancia “un referendum perché i cittadini si esprimano sulla legge che faremo”. Poi, ai microfoni del fattoquottidiano.it rilancia la sua candidatura alle Europee, ma glissa sulle sue possibili dimissioni dal governo se venisse eletto: “Non è una candidatura di bandiera”  di Cosimo Caridi

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Berlusconi: “Napolitano? Grazia era dovere morale. Renzi? Poteva stare in Fi”

next
Articolo Successivo

Voto di scambio: quel contrasto tra 416 bis e 416 ter

next