Un operaio delle Ferrovie dello Stato è morto nella notte a Firenze per il deragliamento di una motrice. Si tratta si Fabrizio Fabbri, 35 anni, schiacciato dalla locomotiva del treno in manovra nella stazione di Santa Maria Novella. A riferirlo il quotidiano La Nazione. Sono stati i colleghi di lavoro a dare l’allarme. L’uomo era addetto alla composizione dei treni e stava preparando i convogli dei pendolari per la mattina dopo. E’ servita una lunga manovra per liberare il corpo dell’uomo dai binari. La Polfer è al lavoro per capire come l’incidente mortale sia potuto accadere: il treno che era in formazione (cioè si stavano aggiungendo vagoni) avrebbe divelto, poco dopo la mezzanotte, i respingenti di fine binario e sarebbe deragliato per circa 20 metri. E’ successo al binario numero 2. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia ferroviaria e il 118.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Demolizione Concordia: è gara tra porti italiani, ma Costa punta sull’opzione turca

next
Articolo Successivo

Tav, molotov e minacce per senatore Pd: “Ora tocca a te ritirarti o fare bum bum”

next