Roma si prepara ad accogliere la manifestazione “dimezzata” dei Forconi di domani: in piazza del Popolo ci sarà l’area che fa riferimento a Danilo Calvani, il “leader in Jaguar”, e Casapound, mentre non parteciperà il movimento del 9 dicembre. A tutti è arrivata la solidarietà del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, secondo cui le proteste “sono ampiamente giustificate, perché negli ultimi tempi non ci siamo molto concentrati a fare le cose necessarie per ritrovare la crescita”. Squinzi sottolinea che “il malessere, purtroppo, è molto diffuso. La situazione dell’economia reale è in molti casi drammatica. Questi movimenti cominciano ad essere un’esternazione visibile di una situazione che resta molto molto difficile”.

Sulla stessa linea anche il presidente del Senato Pietro Grasso: “Sono il segnale di un malessere economico, sociale, di vita che ben conosciamo e che non può essere ignorato”. Ma contemporaneamente mette in guardia dalla strumentalizzazione della protesta: “Chi cerca di cavalcare le proteste, per tornaconto politico o per strumentalizzazioni di altra natura” commette un “un gioco pericoloso, che sfrutta il malessere sociale per le proprie finalità, che non rispetta il disagio reale di una parte importante dei nostri concittadini e che rischia di far esplodere una situazione già critica”. “Trovo pericoloso – ha aggiunto – l’atteggiamento di chiunque cerchi di portare alle estreme conseguenze queste tensioni, e richiamo a condurre la protesta nei limiti rigorosi della legge, che garantisce il diritto di manifestare nel rispetto degli altri diritti”.

 video di Manolo Lanaro

Intanto continuano i tentativi di avvicinamento da parte di Forza Italia al movimento dei Forconi: dopo il mattinale di ieri, la nota politica redatta dallo staff del partito alla Camera dei deputati, oggi una delegazione di Trasportounito ha incontrato nella sede di Forza Italia della Capitale Daniela Santanché, per “aprire un dialogo privilegiato con il mondo dell’autotrasporto”.

Casapound prenderà parte domani a Roma al presidio dei Forconi in piazza del Popolo: il movimento di estrema destra, nonostante le parole di Calvani (“CasaPound e Forza Nuova non manifesteranno con noi”), sarà invece alla protesta. Saranno circa duemila gli uomini delle forze dell’ordine richiesti per garantire l’ordine pubblico: il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha ribadito quanto detto nei giorni scorsi: “Ho espresso totale dissenso per gli accampamenti notturni in città che non si possono permettere anche se per un dissenso giusto”. Mentre il leader dei Forconi, Mariano Ferro annuncia la partecipazione all’udienza del Papa di domenica. “La protesta pacifica comincia dal Papa“, scrive su Facebook. “La data è domenica 22. Poi resteremo a Roma. Chiederemo una piazza alla questura  per una protesta in forma statica. E’ molto probabile che passeremo il Natale a Roma”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Porto Viareggio, arrestato maresciallo Capitaneria: “Tangenti per posti barca”

prev
Articolo Successivo

Lampedusa, se questo è un paese

next