In un originale viaggio nel “mito” trendy di Berlino, il comico Maurizio Battista, nella sua nuova trasmissione ‘Tutte le strade portano a…’, in onda ogni giovedì in prima serata su Rai Due, ci guida alla scoperta di alcune verità poco conosciute della capitale della Germania. Scopre così che gli affitti sono molto cari e che spesso giovani italiani sono costretti, previo un “casting” accurato, a condividere case fatiscenti con altri coinquilini a 300 euro il posto letto in subaffitto e senza contratto. Trovare un lavoro non è facile e gli stipendi si aggirano intorno ai 900 euro. Come testimonia il giornalista e blogger del fattoquotidiano.it Andrea D’Addio, Berlino non è affatto l’Eden: “I salari sono più bassi che nel resto della Germania e la disoccupazione è molto alta. Gli stipendi da 2500 euro al mese ci sono. Ma solo per i tedeschi”  di Gisella Ruccia

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Giornalismo, i festival sono in crisi? Facciamo “alla slovena”: volontariato

prev
Articolo Successivo

Roberta Torre: “Berlusconi protagonista del mio film tra olgettine e bunga bunga”

next