“Non era mai successo nella storia delle democrazie che un intero gruppo parlamentare e i ministri di un governo si dimettessero in blocco per ordine del padrone”. Così il direttore del Fatto Quotidiano commenta la decisione del Pdl di ritirare i propri esponenti dall’esecutivo Letta. “E’ peggio di un’estorsione – continua Padellaro – Berlusconi pretende provvedimenti che gli evitino la decadenza da senatore e per ottenere ciò mette il Paese in una situazione molto grave”. Infine la stilettata al Pd e al Quirinale: “Quando si decise di formare il governo di larghe intese, come mai nessuno ha messo in conto i ricatti del Cavaliere? Lo avevano capito tutti tranne i Democratici e il Colle”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pdl, aspettando il 4 ottobre

next
Articolo Successivo

Crisi governo Letta, Grillo: “Subito al voto. Colpa dello sfacelo è di Napolitano”

next