WikiMafiaLa mafia? Coppola, lupara e soltanto nel sud Italia. Anacronistico oggi che tutti affermiamo che la Lombardia sta diventando la regione più mafiosa d’Italia, ma è proprio questo che ancora pensano al di fuori del nostro bel Paese. Ancora per poco però, perché da meno di un anno è nata WikiMafia e l’intento è quello di sradicare lo stereotipo e creare una vera e propria enciclopedia multimediale sulla mafia. Italiana e straniera.

A raccontarmelo è Pierpaolo Farina che, laureatosi in Scienze politiche con una tesi dal titolo “La tassa mafiosa: a proposito di mafie e corruzione”, voleva continuare i propri studi alla London School of Economics. Risposta? Per gli inglesi la criminalità organizzata corrisponde alle gang giovanili di periferia, certi che la mafia non li tocchi minimamente. Lui è tornato in Italia e l’8 ottobre del 2012, insieme ad altri due studenti, Francesco Moiraghi e Federica Beretta, ha fondato la Libera Enciclopedia sulle Mafie con lo scopo di condividere conoscenze e sapere con chi sa poco o nulla del fenomeno mafioso.

“Non esiste una raccolta delle sentenze dei vari processi per mafia o anche solo una lista delle varie Commissioni antimafia” mi dice Pierpaolo raccontandomi i progetti in cantiere e i contenuti sempre maggiori che vuole dare al sito. “Tutto quello che ci serve è la collaborazione delle tante persone che negli anni hanno studiato il fenomeno mafioso e ne hanno raccolto i dati”. E magari prossimamente anche una sede operativa in un bene confiscato alle mafie non sarebbe male, aggiungo io.

Si, perché il progetto è ambizioso e proprio in questi giorni il sito WikiMafia è candidato ai Macchianera Italian Awards come miglior rivelazione e miglior sito educational. Nelle prossime settimane nascerà anche l’associazione “Wikimafia associated” con l’intenzione, una volta raccolti i contenuti in italiano, di crescere sempre più e poter tradurre WikiMafia in tutte le lingue del mondo.

Con la ‘ndrangheta sempre più fenomeno internazionale e tutte le mafie che confermano la propria potenza economica illegale una richiesta la aggiungo io: partecipiamo, contribuiamo e diffondiamo WikiMafia così da dare una risposta a coloro che ancora oggi, nel nostro Paese e all’estero, pensano alla limitata addizione Italia, pizza e mandolino.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Costituzione, tre giorni per difendere la Carta e le istituzioni

prev
Articolo Successivo

Condanna Mediaset, Berlusconi (per ora) resta Cavaliere della Repubblica

next