WikiMafiaLa mafia? Coppola, lupara e soltanto nel sud Italia. Anacronistico oggi che tutti affermiamo che la Lombardia sta diventando la regione più mafiosa d’Italia, ma è proprio questo che ancora pensano al di fuori del nostro bel Paese. Ancora per poco però, perché da meno di un anno è nata WikiMafia e l’intento è quello di sradicare lo stereotipo e creare una vera e propria enciclopedia multimediale sulla mafia. Italiana e straniera.

A raccontarmelo è Pierpaolo Farina che, laureatosi in Scienze politiche con una tesi dal titolo “La tassa mafiosa: a proposito di mafie e corruzione”, voleva continuare i propri studi alla London School of Economics. Risposta? Per gli inglesi la criminalità organizzata corrisponde alle gang giovanili di periferia, certi che la mafia non li tocchi minimamente. Lui è tornato in Italia e l’8 ottobre del 2012, insieme ad altri due studenti, Francesco Moiraghi e Federica Beretta, ha fondato la Libera Enciclopedia sulle Mafie con lo scopo di condividere conoscenze e sapere con chi sa poco o nulla del fenomeno mafioso.

“Non esiste una raccolta delle sentenze dei vari processi per mafia o anche solo una lista delle varie Commissioni antimafia” mi dice Pierpaolo raccontandomi i progetti in cantiere e i contenuti sempre maggiori che vuole dare al sito. “Tutto quello che ci serve è la collaborazione delle tante persone che negli anni hanno studiato il fenomeno mafioso e ne hanno raccolto i dati”. E magari prossimamente anche una sede operativa in un bene confiscato alle mafie non sarebbe male, aggiungo io.

Si, perché il progetto è ambizioso e proprio in questi giorni il sito WikiMafia è candidato ai Macchianera Italian Awards come miglior rivelazione e miglior sito educational. Nelle prossime settimane nascerà anche l’associazione “Wikimafia associated” con l’intenzione, una volta raccolti i contenuti in italiano, di crescere sempre più e poter tradurre WikiMafia in tutte le lingue del mondo.

Con la ‘ndrangheta sempre più fenomeno internazionale e tutte le mafie che confermano la propria potenza economica illegale una richiesta la aggiungo io: partecipiamo, contribuiamo e diffondiamo WikiMafia così da dare una risposta a coloro che ancora oggi, nel nostro Paese e all’estero, pensano alla limitata addizione Italia, pizza e mandolino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Costituzione, tre giorni per difendere la Carta e le istituzioni

next
Articolo Successivo

Condanna Mediaset, Berlusconi (per ora) resta Cavaliere della Repubblica

next