“Il voto segreto va abolito”, scrive sul blog Beppe Grillo, “l’immagine di vigliacchi che si nascondono dietro a una tendina, come fosse un vespasiano. Le decisioni fondamentali per la Nazione vanno prese in totale trasparenza con i cittadini. Se dipendesse dall’opinione pubblica Berlusconi sarebbe in galera, Rodotà presidente della Repubblica, la missione di guerra in Afghanistan sarebbe finita”.

“Il voto segreto in Brasile è stato abolito”, spiega il leader del Movimento 5 stelle, secondo cui “l’Italia al confronto sembra uno Stato medievale con la corte, il re e i giannizzeri che proteggono la loro autorità suprema di decisione e si sottraggono al giudizio popolare”. Grillo torna indietro alle note vicende che hanno portato alla rielezione al Quirinale di Giorgio Napolitano, dopo che non è stato trovato un accordo su Franco Marini e Stefano Rodotà (il candidato uscito dalle Quirinarie del Movimento), ma soprattutto su Romano Prodi. “Centouno pdmenoellini hanno usato la tendina per occultare il loro tradimento elettorale e bocciare Prodi. Si sono nascosti agli elettori per vergogna“.

Nel post, intitolato “L’air du temps”, Grillo ricorda anche la decisione del Parlamento inglese sulla Siria. “Cameron non si è ancora dimesso, ma è un’anatra zoppa. Il Parlamento ha bocciato il suo avventurismo in Siria e ha ascoltato invece l’opinione pubblica che è contraria”. E anche in Italia “se il popolo dovesse decidere se entrare in una guerra di aggressione direbbe sempre no”.

“Eppure – prosegue Grillo -, qualcosa lentamente sta cambiando. Le democrazie parlamentari che avevano abdicato al loro ruolo di rappresentanti delle istanze dei cittadini si stanno scuotendo. E’ il movimento lento del bradipo, ma è pur sempre qualcosa. Alla Camera dei Comuni inglese è successo qualcosa di storico” sostiene ancora Grillo che poi continua il suo parallelismo: “Dall’altra parte dell’Atlantico, in Brasile, è stato abolito dalla Camera dei deputati il voto segreto con l’unanimità dei parlamentari. Più volte i brasiliani erano scesi in piazza per chiederne l’abolizione in quanto usato per proteggere i deputati corrotti dal carcere. Vi ricorda qualcosa?” conclude il leader M5s.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Decadenza Berlusconi, la nostra denuncia alla Ue

next
Articolo Successivo

Finalmente Grillo fa gli esami di riparazione

next