Usain Bolt ha vinto la medaglia d’oro nei 200 metri ai campionati del mondo di atletica leggera di Mosca col tempo di 19”66, davanti al connazionale Waren Weir (19”78) e allo statunitense Curtis Mitchell (20”04), che completano il podio. Il giamaicano, favoritissimo alla vigilia, si è imposto rallentando visibilmente il ritmo di corsa nella parte conclusiva del rettilineo, dopo aver già distanziato in uscita di curva tutti gli avversari

Con il successo odierno Bolt bissa la vittoria nei 100 metri e domani punterà al terzo oro della sua rassegna iridata nella staffetta 4×100 con la Giamaica. Il 27enne di Kingston aveva già centrato la tripletta nel 2009 ai mondiali di Berlino, dove fece segnare anche gli attuali record del mondo nei 100 (9″58) e nei 200 (19″19).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Papa Francesco, la Juve, Borgonovo e il prato di San Siro

next
Articolo Successivo

Gianni Rivera compie 70 anni. “Quel duello con Brera, tra calcio e politica”

next