“L’affidabilità del Pdl in questo momento è in fortissima discussione. Per noi c’è un fatto imprescindibile: riconoscere che la democrazia in Italia non è a rischio e non può essere a rischio semplicemente perché al governo di questo Paese ci stanno due gruppi politici normalmente, politicamente, su posizioni avverse”. Così Laura Puppato, senatrice del Pd, ospite negli studi del FattoTv assieme a David Perluigi (ilfattoquotidiano.it) parla della situazione politica. A partire dalla riunione di questa sera della Direzione del Pd, durante la quale consegnerà – assieme a un gruppo di dirigenti del partito tra cui Goffredo Bettini e Gianni Pittella – un documento nel quale chiedono che il Pd indichi una tabella di marcia al governo per le prossime settimane e si proceda entro dicembre alla celebrazione del congresso del partito. Ma la Puppato preme anche sulla riforma del finanziamento pubblico ai partiti spiegando che “al Partito Democratico servirebbe meno della metà dei rimborsi che attualmente ha a disposizione”. Il riferimento va all’intervento di Matteo Renzi che, parlando del bilancio del Pd che “ammonta a 45 milioni di euro, ha detto: “Gli va dato merito di aver detto a tutti che il partito destina 8 milioni di euro in comunicazione e 1.400.000 euro in hotel”. Potete inviare commenti e domande al sito e ai nostri social network. Per Twitter gli hashtag sono: #FattoTv #DilloaPuppato #VieniavantiPd

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pdl, Mara Carfagna litiga con Bianca Berlinguer e lascia lo studio

next
Articolo Successivo

Rai, “corsia preferenziale per gli allievi di Perugia”. Iacopino: “Violate le regole”

next