Il cardinale Ersilio Tonini é morto all’età di 99 anni. Molti lo ricorderanno per le sue qualità di uomo, di religioso, di studioso, e per la sua capacità di dialogare con tutti, a partire ovviamente dai più distanti.
Noi come Articolo 21 lo ricordiamo anche per lo straordinario coraggio con il quale, all’epoca dell’editto bulgaro, decise di prendere posizione, di partecipare ad una puntata di “Anno Zero” di Michele Santoro e dichiarare che il suo amico Enzo Biagi era stato “ucciso” e, con lui, ovviamente anche il diritto di milioni di persone a poter scegliere liberamente il loro programma preferito ed il loro giornalista di fiducia.

Lo fece quando tanti altri preferirono stare zitti per non compromettersi e non incorrere nei fulmini del sovrano di quella stagione e nelle ire dei suoi ” bravi”. Per quelle parole fu sottoposto, ovviamente, al consueto massaggio politico e mediatico, ma non arretrò di un millimetro. Per questo, e non solo per questo, ci associamo al ricordo del Cardinal Tonini un uomo che, con la sua azione, ha dimostrato di avere nel cuore i valori racchiusi nell’articolo 21 della Costituzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PERCHÉ NO

di Marco Travaglio e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Domenico Quirico, la solitudine d’agosto. Un nastro giallo non basta

next
Articolo Successivo

Eataly contro il Porcellum, fra pubblicità e politica

next