La senatrice Laura Puppato annuncia che domani non voterà la mozione di Sel e M5S di sfiducia nei confronti di Angelino Alfano, perché è stata predisposta prima ancora che il ministro venisse in Aula, quello che non si può fare è che il partito di maggioranza che sostiene il governo voti una mozione di sfiducia delle opposizioni e perché questa iniziativa ha un valore politico rispetto alla sfiducia del governo”. Poi la senatrice parla dei moniti del Presidente della Repubblica: “Le parole di Giorgio Napolitano hanno pesato sulla decisione presa oggi dal partito. Il Colle non ha colto il senso dell’articolo 95 della Costituzione e sopravvaluta la ‘ragion di Stato‘ rispetto alle ragioni che attengono alla normale dialettica politica che possono precedere un rimpasto di governo”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grillo: “Letta è come Amato. Se la situazione non cambia ci aspetta il default”

next
Articolo Successivo

Renzi: “Alfano non sapeva? Peggio. Io candidato? Solo se primarie aperte”

next