Giovani, metà uomini e metà donne e un mix di politici e tecnici. E’ questo l’identikit della squadra che accompagnerà il sindaco di Roma, Ignazio Marino, nei prossimi cinque anni al Campidoglio“Una squadra giovane” e che “segna discontinuità”. Con queste parole il primo cittadino Marino ha presentato la nuova giunta in una conferenza stampa dove era affiancato dal vicesindaco Luigi Nieri, in quota Sel.

Ecco la squadra di governo: vice sindaco con delega al Patrimonio, Luigi Nieri (Sel); assessore alla Casa Daniele Ozzimo (Pd); ai Lavori Pubblici e Periferie Paolo Masini (Pd); al Turismo e Commercio Marta Leonori (Pd); alla Cultura Flavia Barca; agli Stili di vita e Sport Luca Pancalli; all’Ambiente e Rifiuti Estella Marino (Pd); alle Politiche Sociali Rita Cutini; all’Urbanistica Giovanni Caudo; agli Affari Generali e Scuola Alessandra Cattoi; ai Trasporti Guido Improta; al Bilancio e Razionalizzazione, il magistrato della Corte dei Conti, Daniela Morgante.   

Assenti dal gruppo i componenti del Movimento 5 Stelle. Marino rispondendo a distanza alle critiche di Beppe Grillo, che aveva escluso alleanze di governo con la giunta capitolina guidata dal chirurgo del movimento democratico, ha affermato: “Non posso che dispiacermene ma questo è un problema più del leader carismatico che dei consiglieri del Movimento cinque stelle con i quali io spero di poter collaborare”. Parlando di un curriculum in particolare “di una figura femminile molto prestigiosa che sicuramente avremmo preso in considerazione”, il neo sindaco ha anche precisato: “Questo non significa fare alchimie strane, ma semplicemente dare diritto di ospitalità e appartenenza a chiunque abbia buone idee”.  

“Sono molto soddisfatto – ha concluso poi  Marino – di questa Giunta che ha una rappresentanza del 50 per cento di donne e 50 per cento di uomini, di molte persone competenti, ognuna scelta con molta attenzione sulla base della sua formazione, della sua personalità, della sua passione e del suo entusiasmo per l’area strategica che gli è stata affidata. E poi sopratutto c’è l’idea di un lavoro in squadra che inizierà con una comunicazione che avrà una sola voce, concordata da tutta la squadra degli assessori della nuova Giunta”.   

La prima convocazione della giunta di Roma Capitale è prevista per giovedì alle 14,30. “Sarà una riunione di giunta – spiega Marino – porte chiuse solitamente, ma mi sembra giusto per la trasparenza che subito dopo possiate incontrare gli assessori“.  I primi complimenti e “in bocca al lupo” al nuovo gruppo arrivano dal presidente della Regione Nicola Zingaretti: “Bella squadra. Ora tutti in campo per cambiare Romail Lazio”, scrive sul suo profilo twitter.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Incontro Berlusconi-Napolitano, il Cavaliere conferma sostegno al governo

next
Articolo Successivo

F35, il piano della Difesa per i 90 aerei. Ognuno costa 100 milioni di euro

next