”La città mi ha sempre voluto bene. E’ il mio riscatto e ricomincio da qui”. Sono le prime dichiarazioni fatte ai cittadini di Carovigno (Brindisi) dal nuovo sindaco Cosimo Mele, per tutti Mimmo. Ha vinto contro la candidata del centrodestra Tonia Gentile, con il 53%, ribaltando la situazione. Per lui riparte un percorso politico che si era interrotto nel 2007 dopo lo scandalo del festino dell’Hotel Flora a Roma quando era deputato dell’Udc. Era con due donne, una di esse si sentì male dichiarando di aver assunto cocaina che sarebbe stata ceduta proprio dal deputato. Mele ha sempre negato, ma la vicenda giudiziaria sulla cessione di sostanze stupefacenti è ancora aperta davanti al tribunale di Roma. Mele aveva provato anche a farsi eleggere al Consiglio provinciale di Brindisi, senza esito favorevole. Ci ha riprovato per il suo Comune e ha ottenuto una vittoria contro tutti i pronostici. Molti i messaggi di felicità espressi dai cittadini di Carovigno sia per le strade che sul suo profilo Facebook dove in tanti si congratulano per la vittoria.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ballottaggi elezioni 2013, exit poll e risultati in diretta: en plein del centrosinistra

prev
Articolo Successivo

Elezioni Sicilia: flop M5s e spoglio a rilento. Bianco in vantaggio a Catania

next