I frutti di bosco sono un alimento gustoso e particolarmente salutare per il nostro organismo; contengono infatti vitamine, sali minerali ed antiossidanti che fanno bene al cuore, ai vasi sanguigni, al cervello e… probabilmente anche alla memoria.

Per quanto riguarda gli effetti sulla memoria, numerosi studi stanno cercando di verificare in modo attendibile le virtù dei frutti di bosco. Dagli USA arrivano i risultati dell’ultima ricerca, condotta dal Centro di Ricerca Nutrizione Umana della Tufts University in collaborazione con l’Università del Maryland: uno studio realizzato su un modello animale ha evidenziato come i fitonutrienti presenti in questo alimento stimolino un meccanismo di pulizia del cervello che elimina le tossine responsabili del declino cognitivo.

Gli studiosi Americani, che fino ad ora hanno usato dei roditori come cavie, dovranno verificare che questi benefici siano riscontrabili anche negli esseri umani. In attesa di nuovi sviluppi si può dire quindi che, se consumati nel contesto di un’alimentazione salutare, i frutti di bosco possono essere utili al nostro organismo e, chissà, forse anche alla nostra memoria.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuova Sars, una decina i positivi al virus ma senza sintomi

next
Articolo Successivo

Fisica, un secolo fa la rivoluzione dell’atomo del danese Bohr

next