La Corte d’Appello conferma la condanna di primo grado a sei mesi di reclusione nei confronti dell’ex sindaco di Reggio Calabria ed attuale presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti. Il governatore era imputato nel processo d’appello sulla messa in sicurezza e la bonifica della discarica di Longhi-Boveto da parte del Comune.

I giudici hanno anche confermato la condanna nei confronti dell’ex dirigente del Comune di Reggio Calabria, Igor Paonni, mentre hanno assolto l’ex assessore comunale all’ambiente, Antonio Caridi, attuale assessore regionale.

Al termine della requisitoria il sostituto procuratore generale, Ezio Arcadi, aveva chiesto l’assoluzione per Scopelliti e la conferma della condanna per Paonni e Caridi. La sentenza di primo grado era stata emessa il 22 settembre del 2010 dai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Reggio Calabria.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ingroia, Csm: “Sia giudice ad Aosta, l’unico posto in cui non si è candidato”

prev
Articolo Successivo

Vietti: “La scelta di mandare Ingroia ad Aosta non è una punizione”

next