Gradisce un caffè?

A Ballarò, Giovanni Floris intervista Alessandro Profumo sul caso Monte dei Paschi di Siena. Le domande erano taglienti come le forbici dalle punte arrotondate dei bambini, e più che un’intervista è sembrato un servizio al tavolo. Al momento di pagare la consumazione, Profumo ha chiesto a Floris di portare il conto a Pier Luigi Bersani. 

Mi Fido di te

Angelino Alfano a Omnibus: “Monti ha cambiato ha fatto varie acrobazie, ma resta il miglior amico dell’Imu”. Il segretario del Pdl, invece, continua a essere il miglior amico dell’uomo.

La famiglia prima di tutto

A “L’aria che tira” Alessandra Mussolini dà del “testa di cazzo” ad Andrea Scanzi, reo di non provare rispetto per Benito Mussolini. Fossi stato al posto di Scanzi, avrei aggiunto anche un’altra incontrovertibile verità: Sophia Loren non è mica questa grande attrice…

Toga Party

Ilda Boccassini, al TgLa7 delle 20, critica aspramente Antonio Ingroia: “Come ha potuto Antonio Ingroia paragonare la sua piccola figura di magistrato a quella di Giovanni Falcone? Tra loro esiste una distanza misurabile in milioni di anni luce. Si vergogni”. Vedi a frequentare troppo spesso Berlusconi?

C’è un limite a tutto.

Ieri sera Lilli Gruber ha ospitato a Otto e mezzo Giulio Tremonti ed Enrico Letta. Chissà quante cose interessanti e briose, avranno detto i due burloni…

Però no, non ho visto la puntata. Non pretenderete mica un tale abbrutimento, vero?

 

 

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Libertà di stampa, il rapporto 2013 di Reporters Sans Frontieres

prev
Articolo Successivo

Televoto, i gol di Monti e Feltri sulle “decine di mignotte” nelle liste Pdl

next