Da febbraio le elezioni amministrative per il sindaco di Roma sono slittate fino alla fine di maggio, quel tanto che basterà per lasciarsi alle spalle i risultati e (si spera) le polemiche delle elezioni politiche, per concentrarsi unicamente sulle soluzioni ai problemi della Capitale, brutalizzata da decenni di amministrazioni incompetenti.

Per evitare che anche le elezioni capitoline finiscano per diventare una carovana indistinguibile di candidati inamidati, sorridenti e privi di programma, le associazioni e i movimenti romani hanno deciso di indire un dibattito a mezzo twitter per conoscere la posizione dei diversi candidati rispetto ad alcuni temi ritenuti di fondamentale importanza per i cittadini. Il twitbattito si terrà l’11 febbraio e funzionerà in questo modo:

  • le domande dovranno essere accompagnate dall’hashtag #TwitBattitoRM
  • i temi che saranno privilegiati sono la mobilità, l’urbanistica e i servizi
  • i candidati saranno intervistati dagli utenti di twitter a coppie di due
  • ad ogni domanda ci saranno due risposte: una versione short (via Twitter) e una più estesa che verrà inviata ai candidati via mail
  • le testate partner (ad oggi Metro e Paese Sera) pubblicheranno le risposte a ogni domanda data dai singoli al termine del twitbattito
  • i candidati che  prenderanno parte al TwitBattito si impegnano a partecipare a un secondo confronto (che potrà svolgersi via twitter ma anche dal vivo) quando dopo le primarie o le scelte di segreteria saranno definite le candidature dei diversi schieramenti.

Ad oggi i candidati alla poltrona di sindaco che hanno offerto  la propria disponibilità a partecipare sono Paolo Gentiloni, Patrizia Prestipino, Alfio Marchini, Umberto Croppi, Luigi Nieri, il Movimento5Stelle.

Io, a questi signori chiederò: “Come pensa di risolvere la farsesca situazione del bike sharing romano?” e poi “Oggi a Roma il 68% si sposta con mezzi privati a motore. Tra un anno quale sarà questa percentuale? E alla fine del suo mandato?”.

E voi? Cosa chiederete durante il #TwitBattitoRM?

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comunali 2013, si vota il 26 e 27 maggio. Alemanno ci riprova “senza paracadute”

next
Articolo Successivo

Elezioni a Roma, il 38enne Marcello De Vito è il candidato dei 5 Stelle

next