Mancano due mesi alle elezioni e non sappiamo ancora i candidati premier. Lo scenario delle alleanze alle prossime elezioni è raccontato minuziosamente dal vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano”. Accordi, cambi di strategia, tutto ed il contrario di tutto. Pensavamo di essere un Paese serio? Era tutto uno scherzo

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

In edicola del 14 dicembre “Dell’Utri: ecco perché Berlusconi deve candidarmi”

prev
Articolo Successivo

Il boss è cornuto? Censurate la notizia

next