Un uomo, che lavora per Poste Italiane, ha ucciso con alcuni colpi di pistola la direttrice della filiale di Torre del Greco (Napoli) ed è fuggito dopo l’agguato. Si tratta di Cristofaro Gaglione, 59 anni, arrestato poche ore dopo l’accaduto. Secondo le prime ricostruzioni,  l’uomo si è presentato ieri mattina (alle 8.10) al lavoro armato e si è diretto immediatamente nella stanza di Anna Iozzino, 53 anni. La donna, colpita da tre proiettili: alla gola, alla mandibola e di striscio al petto. All’ospedale Maresca è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico, ma è deceduta nella notte 

Sabato scorso c’era stato un diverbio tra la direttrice dell’ufficio postale di Via Veneto e l’uomo che oggi l’ha ferita. Tutto sarebbe nato a seguito della decisione della direttrice di spostarlo ad altre mansioni durante il periodo di vacanze estive.  L’impiegato è stato rintracciato nella zona periferica della città a ridosso della vicina Torre Annunziata. Ai poliziotti ha detto: “Ho fatto giustizia”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola Diaz, Canterini racconta il blitz del G8 di Genova. E i “demoni” della polizia

next
Articolo Successivo

Carabiniere rapito in Yemen, richiesto riscatto 70mila dollari

next