Ad un ufficio della Deutsche Bank di Bologna sono stati simbolicamente messi i sigilli da parte di un gruppo di manifestanti del centro sociale Tpo. Gli attivisti hanno sbarrato l’ingresso della banca in via Marconi con del nastro giallo e nero. Affisso anche lo striscione Freedom of movement blokupy the bancks dictature. Rise up, mentre sul muro dello storico palazzo sono state realizzate alcune scritte con vernice rossa. I manifestanti, una trentina, hanno alzato cartelli contro ‘L’Europa delle banche.

A sorvegliare la protesta, alcuni blindati della polizia e agenti con caschi e scudi antisommossa.

Dopo circa un’ora il presidio siè sciolto, dandosi appuntamento a Francoforte. ’16-19/5 see u in Frankfurt against Europe dictature è infatti la scritta con lo spray rosso che i manifestanti hanno lasciato impressa sulla parete del palazzo dell’Istituto bancario.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cevenini, Favia e la lezione che il Pd ignora

next
Articolo Successivo

Vietato corteo a favore della Costituzione: “Piazza prenotata da Forza Nuova”

next