Nata nel 2009 per favorire l’integrazione e la convivenza tra migranti e italiani, l’AfroNapoli United rischia di diventare quest’anno un vero e proprio caso nazionale. Dopo aver dominato il campionato regolare (104 gol segnati in 20 partite), vincendo la finale regionale in programma sabato prossimo i ragazzi allenati da Antonio Gargiulo avranno la possibilità di conquistare l’accesso alle gare nazionali di categoria in programma a Brescia nei prossimi mesi. “Ma la vittoria più importante – dice il mister – i ragazzi la conquisteranno quando riusciranno ad avere un documento regolare”. Buona parte della squadra, infatti, è composta da giocatori africani e sudamericani senza permesso di soggiorno o in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato di Andrea Postiglione

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

“Dovete perdere queste partite” Minacce ai giocatori, arrestati ultrà del Bari

prev
Articolo Successivo

Ecco la ricetta vincente del Barcellona. E c’è spazio anche per il ‘fascino’ di Moggi

next