Da ‘Partite & partiti’. Il successo della Ferrari di Alonso a Sepang distrae un po’ dalla modestia del campionato di calcio italiano, che pure rimane interessante grazie alla vittoria della Juventus sull’Inter. La differenza l’hanno fatta i grandi “vecchi” Buffon e Del Piero. Al contrario, la brutta prestazione di Totti contro il Milan è stata decisiva per la sconfitta della Roma, che continua ad appoggiarsi troppo sul suo capitano. In attesa di notizie dalla polizia e dalle procure, sulla serie A si staglia la figura di un giocatore eccezionale, quasi un animale mitologico: Zlatan Ibrahimovic, straordinario ed eccentrico, sempre decisivo nel nostro campionato di Oliviero Beha

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

C’è un’Inter che vince: i baby nerazzurri conquistano la Champions League ‘primavera’

next
Articolo Successivo

Inter, esonerato Ranieri. Ora la squadra passa all’ex tecnico della Primavera Stramaccioni

next