“Non riesco a comprare le medicine, a volte mangio solo latte e pane”, Ludovica da Brescia, vittima da sangue infetto. E’ solo una delle testimonianze raccolte da Andrea Spinetti, presidente del Comitato “Vittime sangue infetto” (vai al sito). Anche lui un giorno è entrato in ospedale per una trasfusione e ne è uscito con una malattia grave. Colpa di una sacca di plasma non controllato. Ieri in Senato a Palazzo Madama, si è svolta la conferenza dal titolo: “Emodanneggiati: istantanea di un fenomeno”, organizzata dai Radicali Italiani. In Italia sono circa 80 mila gli emodanneggiati, 4 mila le vittime, solo 700 le persone risarcite. Gli altri aspettano da anni un indennizzo che forse non arriverà mai. Lo Stato infatti è deciso a far valere la prescrizione per via di una sentenza della Cassazione del gennaio 2008. Secondo i giudici, spiega l’avv. Mario Melillo, “per ottenere il risarcimento c’è un tempo di 5 anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda”. Ma i legali delle vittime non ci stanno e spiegano le loro ragioni: “Se il reato è di epidemia, allora i tempi della prescrizione si allungano fino a 15 anni. In tal caso – dichiara l’avv. Stefano Bertone – tutti i nostri assistiti avrebbero diritto assoluto al risarcimento”.
di Paolo Dimalio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Da Minzo a Fiumicino

next
Articolo Successivo

Began: “A letto Berlusconi mi ha fatto vedere le stelle”

next