Pubblichiamo oggi la classifica di Arianna + relativa alla settimana dal 14 al 20 novembre. Il tema della settimana è la poesia, che troppo spesso non guadagna spazio nelle classifiche generali dei libri più venduti.

In cima alla classifica il vincitore del Premio Nobel, seguito a ruota da grandi classici contemporanei della cultura italiana: Andrea ZanzottoAlda Merini, che occupa ben tre posizioni con le sue opere.

Come ogni settimana gustate la classifica e inviateci commenti, recensioni e segnalazioni dei libri mancanti. Le migliori verranno pubblicate.

1) Tomas Tranströmer
Poesia dal silenzio
Crocetti, 2008, euro 18,00

2) Andrea Zanzotto (a cura di S. Dal Bianco)
Tutte le poesie
Mondadori, 2011, euro 18,00

3) Hugh W. Auden (a cura di A. Gallenzi)
Grazie, nebbia. Testo inglese a fronte
Adelphi, 2011, euro 11,00

4) Nazim Hikmet
Poesie d’amore
Mondadori, 2002, euro 8,40

5) Alda Merini (a cura di M. Corti)
Fiore di poesia 1951-1997
Einaudi, 2005, euro 11,50

6) AAVV (a cura di Chiara Scolastica Mosciatti)
Le poesie del presepe
San Paolo Edizioni, 2011, euro 9,00

7) AA.VV. (a cura di M. Cucchi, A. Riccardi)
Almanacco dello specchio 2010-2011.
Poesia Mondadori, 2010, euro 16,00

8) Alda Merini
Delirio amoroso
Frassinelli, 2011, euro 15,50

9) Tonino Milite
L’ora stupita
Mondadori, 2011, euro 10,00

10) Alda Merini (a cura di D. Gamba)
Folle, folle, folle di amore per te. Poesie per giovani innamorati
Salani, 2002, euro 7,00

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Il telefono puntato alla tempia

prev
Articolo Successivo

Bye Bye Sarah

next