Rupert Murdoch sta prendendo in considerazione l’idea di abbandonare la guida del suo impero mediatico. Lo scrive oggi il Wall Street Journal, un delle testate più autorevoli della galassia News Corp. Secondo il quotidiano finanziario, il possibile abbandono non ha a che fare direttamente con lo scandalo delle intercettazioni illegali in Gran Bretagna, che ha travolto e affossato il giornale The News of The World. Murdoch ci sta pensando “da più di un anno”, scrive il Wsj, e anzi il caso intercettazioni potrebbe rimandare l’addio di qualche mese, in tempi più tranquilli.

“Murdoch stava valutando la possibilità’ di cedere il ruolo di amministratore delegato all’attuale presidente Chase Carey, riferiscono persone a lui vicine”, ma “lo Squalo” conserverebbe la carica di direttore esecutivo. Oggi Rupert Murdoch deve comparire davanti alla Commissione cultura, media e sport della Camera dei Comuni, per rispondere a parecchie domande sulla vicenda che ha già portato all’arresto dell’ex amministratore delegato Rebekah Brooks, ora libera su cauzione, e alle dimissione dei vertici di Scotland Yard. Se l’audizione dovesse andare male, l’ottantenne magnate dei media potrebbe essere immediatamnete sostituito da Carey, scrive l’agenzia Bloomberg, ma dal consiglio d’amministrazione di News Corp. è già arrivata una smentita.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Egitto, di nuovo in piazza Tharir
Bloccare la controrivoluzione

next
Articolo Successivo

Scandalo intercettazioni, Murdoch e Brooks davanti alla commissione parlamentare

next